· 

Memory foam materassi

Quante volte sei andato a letto che ti sentivi un leone e ti sei rialzato che ti sentivi uno straccio? A me tantissime volte, finché non ho capito che il mio problema era dovuto ad una postura scorretta. Questo non significa che non sapessi come dormire in maniera corretta, ma piuttosto che il mio vecchio materasso aveva dato tutto quello che poteva ed era arrivato il momento di cambiarlo. È stato in questo modo che io come tante altre persone abbiamo scoperto i nuovi materassi memory foam che ormai hanno invaso il mercato.

Questi materassi di ultima generazione rappresentano il futuro del “dolce dormire”. Grazie ad essi il peso del corpo viene distribuito in maniera uniforme su tutto il materasso. Da quando lo possiedo è molto più facile mantenere una postura corretta durante la notte. Asseconda ogni movimento del nostro corpo e la sua configurazione ideale è combinato con una buona rete di doghe in legno. Nella tabella che segue ho scelto per te dei materassi in memory foam e ne ho elencato alcune delle caratteristiche, per iniziare a conoscerli meglio.

Come è nato il memory foam?

Come abbiamo visto poco sopra il materiale memory, originariamente conosciuto con il nome Temper Foam, è stato inventato dalla NASA nei primi anni ’80 per assorbire gli effetti della forza G a cui erano sottoposti gli astronauti in partenza e di ritorno dallo spazio. Con questo materiale brevettato appunto dalla NASA venivano costruite imbottiture dei sediolini e quelle delle tute spaziali. Il brevetto è stato ad appannaggio delle NASA per circa venti anni.

Quando l’agenzia spaziale americana si decise a renderlo pubblico le aziende decisero subito di realizzare i primi materassi che contenevano questo materiale. Le sue caratteristiche di assorbimento del peso, della sua distribuzione e l’adattabilità che avevano al calore fecero subito pensare che si potesse costruire il materasso definitivo. La prima a percorrere questa strada fu la svedese Fagerdala World Foams.

Purtroppo i problemi incontrati nei primi anni riguardavano soprattutto il costo troppo alto della materia prima del Memory. Sembrava che tanto clamore fosse servito a poco e i primi materassi non ebbero un grande successo, proprio perché avevano un prezzo di listino troppo alto. Fortunatamente nel corso degli anni il costo di queste materie è sceso inesorabilmente e con esso anche il prezzo dei materassi memory, che ne frattempo erano cresciuti ed evoluti rispetto ai primi modelli. Lentamente quindi, ma inesorabilmente i materassi in memoria foam si sono ripresi lo spazio che meritavano.

Riposare bene con la schiuma di memoria

Riposare bene con la schiuma di memoriaL’insonnia non viene ancora classificata come una vera e propria malattia, ma chi ne soffra sa benissimo quali sono gli svantaggi che porta durante il resto della giornata. Questa patologia può avere diverse cause, tra cui l’ansia, lo stress, i dolori all’apparato scheletrico e gli squilibri ormonali. A tutto questo si può benissimo aggiungere i problemi dovuti ai vecchi materassi, magari ancora a molle che non riescono più a sopportare il nostro peso quando ci mettiamo a letto.

 

Chi soffre di frequenti mal di schiena e ha avuto modo e piacere di provare i materassi con memoria ancora benedice il suo inventore. Il mal di schiena non è uguale in tutte le persone, ma varia da soggetto in soggetto. La colonna vertebrale si distingue in parte pelvica, lombare, toracica e cervicale. Le nostre vertebre, posizionate in maniera verticale, sono 33. la parte inferiore del nostro corpo la si associa alla parte pelvica e lombare delle vertebre, mentre la parte superiore la si associa alle vertebre toraciche e cervicali.

 

Va da se che riposare bene e su un materasso corretto per ognuno di noi è fondamentale. Riduce lo stress che provoca insonnia e migliora la vita di tutti i giorni. Chi soffre di frequenti mal di schiena dovrebbe cercare probabilmente nel proprio letto le cause di questi dolori. Molte volte trascuriamo cose importanti come la fase del sonno, dando più spazio e importanza alla fase in cui siamo svegli, ma in realtà molti ignorano che per vivere bene, bisogna riposare bene.

 

Perché la schiuma memory funziona?

Forse non ci crederai ma questo tipo è stato inventato dalla NASA per alleviare i dolori alle vertebre e supportare in maniera corretta la schiena degli astronauti che venivano lanciati nello spazio. Sia in fase di decollo che in fase di atterraggio infatti, gli astronauti e in particolare le loro colonne vertebrali vengono sottoposte ad uno stress fisico che molti di noi, quasi tutti, non sarebbero in grado di sopportare. Per alleviare stress la NASA ha progettato questo particolare materiale.

 

Se soffri di frequenti dolori alla schiena, dolori reumatici, malattie scheletriche oppure di artrite, la soluzione migliore che fa al caso tuo è un materasso memory foam. Questo particolare materiale è in grado di fornire un supporto efficace mediante stampaggio. Il materasso si adatta a qualsiasi forma del corpo e distribuisce il peso in maniera uniforme. Inoltre a differenza dei vecchi materassi a molle elimina completamente il problema relativo ai punti di pressione.

 

Dormendo su un materasso memory si alleviano molti tipi di dolori, come le emicranie, i dolori al collo, alleggerisce il capo e evita il digrignare dei denti (mai sentito tuo marito o tua moglie che si “morde i denti”?). Una delle caratteristiche migliori dei materassi memory foam è la loro sensibilità nei confronti della temperatura. Infatti a seconda della temperatura del corpo e di quella ambientale, cambia ed adatta la propria temperatura per fornire un comfort ancora maggiore.

Miglior materasso memory foam

Siamo d’accordo che come abbiamo detto poco più sopra che ogni persona è diversa e ad ognuno si adatta bene o meno bene un tipo particolare di materasso. Per questo motivo risulta difficile dire che questo materasso sia migliore di quell’altro. Fare una classifica generale sarebbe inutile e fuorviante. Per questo motivo quella che ti propongo qui è una classifica dei miei materassi preferiti che meglio si adattano alle mie esigenze.

 

  1. Materasso Viscogel
  2. Materasso Bio Medical
  3. Materasso Dual Memory   

Come puoi vedere i materassi qui in alto, in base anche alla tabella pubblicata poco sopra, hanno tutti delle diverse caratteristiche, dall’altezza del materasso (io amo molto quelli alti) al numero di strati. Le dimensioni soddisfano quelle che sono le mie personali esigenze e quelle della maggior parte delle persone, ma non per questo le posso definire “standard”. In base a queste informazioni puoi divertirti anche tu a creare la tua classifica personale e decidere quale sia il materasso più adatto alle tue esigenze.

Cosa fa il materasso in memoria?

Il materasso memory altro non è che un materasso realizzato con del poliuretano a cui vengono aggiunti altri prodotti che aumentano la sua densità e la sua viscosità. Per questo motivo i materassi in memory foam di una azienda possono essere completamente diversi da quelli di una azienda differente. A seconda dei materiali utilizzati e dalle loro quantità un materasso con schiuma di memoria può risultare più o meno rigido.

In funzione della temperatura ci sono poi materassi che risultano più morbidi e altri che risultano più rigidi. Per questo un materasso in memory foam andrebbe provato, per almeno qualche periodo e magari ritornato al produttore nel caso in cui non ci si trovasse a proprio agio e provarne un modello differente. Non è detto che quello che si adatta meglio al mio corpo si adatti bene anche a quello del tuo.

In generale comunque possiamo affermare che il memory sia un materiale soggetto alle variazioni di temperatura. Alle temperature più basse si indurisce, mentre alle temperature più alte si ammorbidisce. Più è alta la sua densità e più il materasso prende forma con il calore. Un meno denso invece col calore prende forma a seconda del peso. Si può quindi affermare che un materasso memory sia: auto modellante, assorbisce il peso distribuendolo uniformemente e minimizza i punti di pressione.

Struttura di un materasso memory

A differenza dei materassi in lattice o a molla, la schiuma memory si compone da più strati, almeno due. Infatti il materasso non è completamente in memory, se lo fosse ci sprofonderemo all’interno senza giovare di alcun beneficio, anzi sarebbe un male per la nostra salute. Per questo motivo si compone almeno di due strati, spesso tre quando viene messo anche sotto uno strato di memory.

 

L’altezza dello strato in memory superiore non è mai inferiore ai 5 cm. Se lo fosse perderebbe completamente la sua efficacia. Sotto di esso c’è sempre uno strato più “duro”. Questo serve ad assorbire il peso che poggia sul memory. Solitamente si usa uno strato di poliuretano espanso. Ma in commercio ci sono tantissime marche che utilizzano diversi tipi di poliuretano come il Elasgum, Acquatech o il Waterlily.

 

In base al materiale che si utilizza per realizzare il materasso potremo averne uno più o meno duro, oppure leggero o pesante. Anche l’elasticità del materasso viene influenzata dai materiali di cui è composto. Difficile dire quale sia il migliore o il peggiore. Ci limitiamo a dire di evitare quelli con uno spessore del memory inferiore ai 5 cm e di privilegiare materassi in memory intermedi come durezza, almeno nei primi tempi, per fare il “callo” come si dice in gergo.

Prezzi dei materassi memory foam

Nell’ultimo decennio siamo stati praticamente invasi dal materiale schiuma memory. Il nostro letto e il nostro modo di dormire sono completamente cambiati e si sono adattati a questa nuova “moda”. C’è da sottolineare che però oltre ad essere i materassi più diffusi al momento, sono anche quelli che apportano maggiori vantaggi e con il minimo delle controindicazioni. Ma quanto mi costa avere un letto completamente in memory?

 

Dipende. In commercio si possono trovare sia materassi che cuscini in memory che costano anche un bel po’. Ovviamente i prezzi variano in base a diversi fattori. Volendo tralasciare il fatto che un materasso singolo in memory costi ovviamente meno di uno matrimoniale, ci sono molti altri fattori che ne influenzano il prezzo finale. Prima di tutto la marca. Certo anche in questo caso la marca conta, più si fa pubblicità e più il suo prodotto dovrà ricoprire anche questo costo.

 

Poi come abbiamo potuto vedere i materassi memory non sono tutti uguali, anzi potremo dire che sono tutti diversi! Ognuno utilizza un tipo di materiale diverso per la realizzazione del proprio materasso e a seconda di essi il prezzo può notevolmente variare. Indicativamente mi sento di sconsigliare un materasso matrimoniale in memory che costi troppo poco (meno di 400 euro), perché probabilmente non risulterà né efficace e né di supporto per la nostra colonna vertebrale.

 

Scrivi commento

Commenti: 0